Quarantena a giorni alterni, violenza domestica e campagne informative sessiste. In alcuni paesi la quarantena è una questione di genere.

Malesia

E’ stata ritirata una campagna governativa che suggeriva alle donne di rendere le cose più facili per i propri partner non infastidendoli, evitando di arrabbiarsi per le faccende di casa, non trascurandosi, curando il trucco e parrucco e continuando a vestirsi in casa come si fa per uscire. 

Lockdown a giorni alterni

A Panama, Perù e Colombia è stato disposto il lockdown a giorni alterni. Donne al supermercato o farmacia nei giorni dispari mentre gli uomini possono uscire per non più di 2 ore i giorni pari. La domenica si resta a casa. L’alternanza è stata giustificata per rendere più facile il monitoraggio alle forze dell’ordine. 

L’alternanza è stata applicata anche in Italia, a Canonica d’Adda (BG) dove, per l’accesso agli esercizi commerciali, uomini e donne possono entrare solo separatamente, a giorni alterni.

Una buona idea? Non sempre…

A Panama attivisti per i diritti lgbtqi hanno denunciato violenze e molestie da parte della polizia su persone transgender.

Violenza Domestica

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha lanciato un appello per proteggere le donne e le ragazze costrette a casa dalla quarantena.

In Argentina le donne che non possono chiamare da casa, potranno rivolgersi alla farmacia più vicina comprando una mascherina rossa, così il personale capirà che stanno chiedendo aiuto.

In Italia, le chiamate al numero verde antiviolenza 1522, sono diminuite drasticamente dall’inizio della quarantena. Sempre più difficile denunciare. E’ stata creata quindi una app per chiedere aiuto in chat.

Fase 2

Nel frattempo in Cina, dove è iniziata la pandemia di COVID19, i divorzi sono in aumento dopo che le coppie sono state costrette a casa per impedire la diffusione del virus.

 

Scritto da: Nicola Mariani